Difesa dei Diritti & Impegno “Politico” – Rights’ Defence & “Political Engagement”

Lupa-CapitolinaIn passato l'”impegno sociale” fu adempiuto svolgendo diverse attività di volontariato. Oggigiorno è adempiuto cercando di difendere alcuni diritti e libertà (nel limite delle possibilità e delle risorse a disposizione).

Ricordo come i diritti individuali ed i diritti sociali sono in relazione dialogica ricorsiva fra loro. Gli uni non possono esistere senza il riconoscimento degli altri. Un individuo, difendendo un proprio diritto, difende allo stesso tempo quel diritto per l’intera collettività e vice versa.

Non potendo risolvere a livello Globale: l’Inquinamento; l’Ingiustizia Sociale; etc…; … ecco alcuni casi sui quali ci si è impegnati.

Università di Cambridge. Difesa dei Diritti degli Studenti.

Iniziata nel 2006 e tutt’oggi in corso d’azione, c’è stata un’azione d’impegno a favore della tutela dei Diritti degli Studenti. Contrariamente a quanto creduto, la loro violazione ivi non era fenomeno raro. L’impegno è stato: nel documentare i fatti; denunciare le pratiche; e promuovere cambiamenti. Quest’ultimi sarebbero stati impossibili senza un attività di documentazione e di denuncia, come fu fatta.

Tutt’oggi, nel caso in cui sei uno Studente Italiano e ti trovi all’Università di Cambridge, qualora ritieni d’avere violati alcuni tuoi diritti, puoi contattarMi. Nei limiti del possibile, sarò lieto di fornirti un‘Opinione Libera ed  Indipendente sul caso; e/o alcuni Consigli e Chiarimenti circa gli Statutes and Ordinances dell’Università.

Diritto Bancario & Codice della Privacy

E’ stata affrontata la politica d’alcune Banche di bloccare i conti correnti ed i depositi titoli dei clienti per obbligare quest’ultimi ad accettare ogni Loro richiesta. Nonostante ciò comporti la nullità del consenso, in quanto quest’ultimo non è fornito in modo libero, risulta essere una pratica diffusa. Questo poiché, in ogni caso, la nullità deve essere riconosciuta da un giudice e pochi sono i clienti che agiscono in tale senso.

L’apice di questa arbitrarietà avvenne quando alcune Banche bloccarono i depositi titoli ed i conti correnti dei clienti per obbligarLi a fornire il consenso ai dati sensibili (opinioni politiche; filosofiche; sindacali; orientamento sessuale; credo religioso; etc…). 

Università di Genova. Dipartimento di Scienze della Formazione. 

Nonostante l’Università di Genova abbia mostrato la rara capacità di riconoscere ed intervenire tempestivamente sulle irregolarità commesse, rimane responsabilità di tutti quella di vigilare che non accadano. Infatti, senza una forte e ferma azione di protesta, nulla accade. In particolare, gli Studenti hanno la responsabilità di Vigilare sul rispetto dei Loro Diritti. Una responsabilità verso se stessi e verso i propri colleghi!

Nel caso accadano alcune violazioni (exempli gratia, fatte dagli psicologi del Dipartimento) verso le quali i Rappresentanti degli Studenti non abbiano il coraggio d’un Tribunus Plebis al tempo della Res Publica, scriveteMi! Nel limite del possibile, appoggerò le Vostre Istanze.